Le strade di Dante

Dante Botticelli

LE STRADE DI DANTE®

Il marchio identifica gli Itinerari Danteschi che possono essere individuati e opportunamente valorizzati in ogni angolo del Paese. In Lunigiana l’offerta prevede una serie ricchissima di soluzioni le cui tappe fondamentali sono costituite dalla Casa di Dante in Lunigiana®e dal Monastero di S. Croce del  Corvo a Bocca di Magra, teatro della celebre Epistola di frate Ilaro. Gli itinerari possibili, grazie alla ricchezza della Lunigiana Dantesca, coprono un ventaglio di possibilità più unico che raro, con passaggi in località di altissimo valore storico ed artistico quali Luni, Pontremoli, Sarzana e Villafranca.

CONDIZIONI GENERALI: 1) I preventivi per gli itinerari sono da richiedere via mail a lunigianadantesca@libero.it: sarete contattati al più presto. 2) Le soluzioni delle visite sono personalizzate e le tariffe dipendono dal numero dei partecipanti e dalla qualità dei servizi richiesti, guida turistica compresa. Le proposte di seguito indicate sono dunque le basi su cui perfezionare il vostro percorso dantesco. 3) Ogni visita, compresa quella alla Casa di Dante in Lunigiana, avviene sotto l’esclusiva responsabilità dei partecipanti: il CLSD declina ogni responsabilità per qualsiasi evenienza indipendente dalla propria volontà. La partecipazione ad ogni itinerario implica la piena accettazione, senza riserva alcuna, del presente Regolamento.

LE STRADE DI DANTE®  Sezione Lunigiana – “Dante e i Trovatori nelle terre dei Malaspina”

ITINERARI 

1 – Mulazzo e il Museo “Casa di Dante in Lunigiana”®   

Ore 10,00: Ritrovo nei pressi del Borgo Storico Monumentale di Mulazzo (Ms), antica capitale della Marca Imperiale dei Malaspina (dello Spino Secco) e “residenza ufficiale” di Dante nel corso del suo soggiorno in Lunigiana.

Inizio visita accompagnata alla Zona Dantesca del borgo medievale: Monumento a Dante Alighieri (1966); Torre di Dante (sec. XI), Punto Panoramico con vista sull’intera Alta Valle della Magra; Epigrafe del Centenario (2006), Epitaffio di Rossellino di Ghino da Pistoia (1338) da alcuni indicato come un figlio di Cino da Pistoia, amico di Dante (1338).

Ore 10,45: Ingresso al Museo Casa di Dante in Lunigiana®, al piano nobile dell’ultima casa-torre del borgo medievale (sec. XIII-XIV).

Percorso guidato di un dantista del Centro Lunigianese di Studi Danteschi, con illustrazione delle esposizioni delle varie Sezioni: quelle didattiche del Museo Dantesco Lunigianese ‘L. Galanti’; quelle artistiche della Galleria ‘R. Galanti’; quelle librarie della Biblioteca Storica ‘G. Sforza’. Possibilità di acquisti presso il Book shop.

Ore 12,30: eventuale pranzo tipico in ristorante.

2 – La “Via Dantis”® al Monastero del Corvo (Bocca di Magra)

 Ore 15,30: Arrivo al Monastero di Santa Croce del Corvo, di memoria dantesca (Epistola di frate Ilaro) e boccacciana (Decameron, Novella IV, Giornata I).

Ingresso al grande parco ottocentesco dei Fabbricotti e inizio della Via Dantis®, percorso esegetico guidato <<dalla selva oscura” alla visio Dei”>>. La rappresentazione (una autentica “Odissea ai confini della Divina Commedia”) è una creazione esclusiva di Lectura Dantis Itinerante del Centro Lunigianese di Studi Danteschi, dove la declamazione artistica dal vivo di alcuni luoghi eterni del poema dantesco si alterna, nei momenti opportuni, al Commento del dantista. Il percorso termina nell’antico monastero (1176 d. C.) dove Dante, secondo la testimonianza dell’Epistola di Frate Ilaro, trasmessaci da Giovanni Boccaccio, salì intorno al 1314. Nella cappella seicentesca dei Fabbricotti si osserverà la statua lignea della Santa Croce (sec. X-XII), una delle più importanti testimonianze della Leggenda Leboinica.

Ore 17,00: fine del percorso.

3 – Pontremoli, le Statue-stele e l’abbacinamento di Pier delle Vigne (Inf  XIII)

Ore 15,30: Ritrovo a Pontremoli, Città del Libro, sede del prestigioso Premio Bancarella, nel cuore del centro storico, in Piazza della Repubblica.

Inizio visita del borgo. Osservazione del celebre Campanone, simbolo della città e visita alla Piazzetta di San Gimignano, luogo dove una chiosa trecentesca a Inf XIII attesta essere stato abbacinato Pier delle Vigne, segretario particolare dell’imperatore Federico II, poi caduto miseramente in disgrazia.

Ore 16,00: Salita al castello del Piagnaro, ove è ospitato il Museo nazionale delle Statue-stele della Lunigiana.

Ore 17,00: fine del percorso.